Il sentiero panoramico

Stampa

Trarego, Colle, Monte Spalavera, Pian d’Alpe, Sant’Eurosia, Trarego

Durata: h. 3,50 Difficoltà: EM
veduta-dal-monte-spalavera
Dal Municipio di Trarego (m 778) imbocchiamo la Via Passo Piazza che ci porta, oltrepassando l’Albergo “La Perla” alla nostra destra, all’uscita del paese in località Sasèe. Proseguendo incrociamo il rio Piumesc in località Pontetto e qui lasciamo la carrozzabile per la mulattiera che sale a destra di un ex voto dedicato alla Madonna di Re (N.10 CMAV).
Seguiamo questo tracciato sino a deviare sulla mulattiera con indicazione per Colle che troviamo alla nostra sinistra in prossimità di alcune cascine (N.17 CMAV). Tra faggi e castagni arriviamo in località Colle (m 1238). Dallo spiazzo, a fianco del monumento eretto in memoria dei Partigiani caduti durante la seconda guerra mondiale, imbocchiamo il sentiero (N.7 CMAV) che sale con ampi e comodi tornanti lungo il versante sud del Monte Spalavera (m 1535).
La cima si raggiunge dopo aver superato le trincee della Linea Cadorna realizzate negli anni 1916/18. Il panorama che si gode dalla vetta dello Spalavera (che segna il confine del Parco Naturale della Val Grande) è unico, aprendosi a 360° sul Monte Zeda, la valle Cannobina, il Lago Maggiore e la Valle Intrasca in primo piano e via via sull’arcata alpina e sulla pianura.


Proseguiamo il nostro itinerario scendendo lungo il versante opposto tra estese brughiere di rododendri (splendida la fioritura a giugno), mirtilli e faggi fino a Pian d’Alpe (m 1298). Si prosegue a destra fino alla sottostante carrozzabile Trarego-Colle che imbocchiamo a sinistra seguendola sino alla località Piazza (m 1048).
Meritevole di una visita il vicino Oratorio di Sant’Eurosia, del XVII secolo, posto ai limiti di una suggestiva radura erbosa cinta da monumentali faggi dove sono ancora visibili tracce di vecchie carbonaie. Area pic-nic e notevole fontana realizzata dall'associazione "I Dragoni" negli anni ’90.
Tornando sui nostri passi sino al bivio, chiudiamo il percorso imboccando la sterrata che costeggia il Rio Piumesc (N.14 CMAV) scendendo a Trarego.